COMUNICATI

COMUNICATO FOSSA dei LEONI 1970, 14 Marzo 2012

Ci avete fatto girare i coglioni, ora vi facciamo girare come dei coglioni!!!

E' finita nella maniera più vergognosa possibile! Le responsabilità della Questura di varese e della Società Robur Et Fides varese sono enormi! Non sappiamo fino in fondo dove finiscono quelle della prima e dove iniziano quelle della seconda; ma, di sicuro, un danno incredibile è stato arrecato ad una Società, la Eagles Fortitudo Bologna, e ad una tifoseria fedele e appassionata quale la nostra, in nome di un disservizio e di una approssimazione che nemmeno in un campionato amatoriale tra scapoli ed ammogliati si sarebbe visto!
200 persone sono state fermate il giorno precedente la trasferta varesina, programmata sei mesi orsono per Venerdì 10 marzo 2012; 200 persone che dimostravano realmente come a Bologna si creda nel progetto della rinascita della Fortitudo; 200 persone che ci credevano al punto da presentarsi anche in trasferta a varese  in un numero forse mai raggiunto nemmeno in passato... una trasferta non di A1 o A2 ma di DNB, la quarta categoria!
La passione che ha sempre contraddistinto la tifoseria fortitudina non avrebbe deluso neanche stavolta tanto che, improvvisamente, Questura e Società varesina si sono destate dal loro torpore compiendo una scelta, che definiremmo complice, a loro esclusivo vantaggio. La prima ha evitato, per Ordine Pubblico, di svolgere un lavoro supplementare nella giornata di sabato; la seconda, in previsione play off, ha trovato la maniera di ammutolire una tifoseria che avrebbe portato il proprio calore anche a varese per sospingere la Eagles nell'obiettivo primario per cui è nata: ridare la Fortitudo al suo Popolo di appassionati! Obiettivo che passa attraverso la promozione in DNA.
E' una vergogna totale! In un momento in cui stanno cadendo gli antidemocratici castelli di carta sulla tessera del tifoso, la Questura di varese sospende una partita d'imperio accettando di spostarla a data da destinarsi, salvo comunicare l’ufficialità dell’orario solamente a 24 ore dalla partita!
Pala Oldrini di masnago? E per farci cosa? A queste condizioni basterebbe un campetto di periferia senza spalti!!! Chi alle 16 di mercoledì pomeriggio, con 24 ore di preannuncio, sarebbe riuscito a presenziare? Chi si può permettere al lavoro, in un momento delicato come questo per l'occupazione, di prendersi delle ferie con solo qualche ora di anticipo?
Noi, al contrario di chi sta su una sedia a pensare di dettare regole sensate, senza riuscirci, lavoriamo davvero e non ci possiamo permettere di abbandonare il lavoro senza preavviso sebbene l'amore per la Fortitudo sia così forte. E' chiaro che a queste schifose condizioni la Fossa dei Leoni ha deciso in tutta autonomia di non spostarsi! Ci auguriamo che si giochi in un palazzetto gelido, spettrale e militarizzato così come sono lor signori!
Queste violente imposizioni verso una Società Sportiva e la sua tifoseria dovrebbero servire da monito a chi vorrebbe rilanciare questo sport; ma si ritrova con niente in mano. Anzi, regolamenti alla mano, sembra che la Federazione Italiana Pallacanestro sia la terza parte in causa ad aver svolto nel peggiore dei modi le sue mansioni. Da quanto ci risulta non si potrebbero disputare partite in giorni infrasettimanali non festivi entro le ore 18 ed in ogni caso la decisione doveva essere condivisa con la società ospitata.
Noi la passione ce l'abbiamo, per noi l'amore per il basket e la Fortitudo va sopra ogni altro aspetto tranne che alla negazione della libertà individuale e alla mera coercizione repressiva, perpetrata in questo caso dalla Questura di varese unitamente alla dirigenza della Robur et Fides varese. E’ giunto il momento che qualcuno decida di ascoltarci!
PER VOI QUESTA NON E' UNA VITTORIA MA SOLO LA DIMOSTRAZIONE DELLA VOSTRA STUPIDITA'!

 

Fossa dei Leoni 1970 -IL DIRETTIVO